Brasserie du Bocq

Posizione del filtro
Brasserie du Bocq su Sippy.it

La storia di Brasserie du Bocq inizia nel 1858 quando Martin Belot, agricoltore di Purnode, preparò una birra per la prima volta nelle vicinanze della sua fattoria. All'inizio la birra veniva prodotta solo in inverno,  e veniva utilizzata la falda acquifera di Purnode, che ben presto si rivelò essere una grande risorsa per il birrificio.

Il birrificio offriva ai clienti una vasta gamma di prodotti, dalle birre da tavola alle birre forti passando per una gamma di densità, colori, gradi di amaro e sapori. Il birraio ha assicurava la distribuzione dei suoi prodotti da solo e in un raggio relativamente piccolo intorno al birrificio.

All'inizio del XX secolo, La Gauloise, una birra bruna ad alta fermentazione ed attualmente il marchio più antico ancora prodotto nel Birrificio, veniva prodotta per la prima volta.  Fin dall'inizio questa birra fu un indubbio successo.

Il birrificio è stato incorporato in una società per azioni nel 1949. Indipendente da qualsiasi birraio belga o straniero, conserva ancora la propria natura familiare. Nel 1960 l'attività agricola e le consegne porta a porta del Birrificio vengono definitivamente abbandonate, e questo è l'inizio della distribuzione attraverso supermercati, mercati delle bevande e commercianti di birra. Con il recupero della Central Brewery Marbaix-La-Tour nel 1967, la Brasserie du Bocq ha aggiunto due nuove birre alla sua gamma di prodotti: la SAISON REGAL che è attualmente la GAULOISE AMBREE, e la cui idea ha dato vita nel 2013 alla SAISON 1858 e il CHRISTMAS REGAL, da allora ribattezzato GAULOISE CHRISTMAS.

È a questo punto che la famiglia Belot decide di indirizzare la propria produzione di birra esclusivamente alla produzione di birre speciali ad alta fermentazione con rifermentazione in bottiglia.

Nel 1983, la Brasserie du Bocq abbandona lo sfruttamento della Central Brasserie Marbaix -La-Tour, per riportare tutta la produzione di birra a Purnode dove gli strumenti di produzione sono stati radicalmente modernizzati. Approfittando della moda per le birre tradizionali, Brasserie du Bocq inizia ad esportare. Ed è un gran successo.

In effetti, le birre belghe hanno guadagnato un'ottima reputazione in tutto il mondo. Brasserie du Bocq esporta principalmente in Francia, Paesi Bassi, Italia, Gran Bretagna, Spagna, Svizzera, Finlandia, Australia, Giappone, Cina, Svezia, Stati Uniti, Brasile, Russia, Ucraina, ecc ... In sette anni la produzione è raddoppiata raggiungendo 114.683,31 ettolitri nel 2018. Con un fatturato attuale di oltre 14,8 milioni di euro, la Brasserie du Bocq è una delle più grandi birrerie indipendenti della Vallonia.